Altri Luoghi

Altri Luoghi

Consultorio a bassa soglia per la tutela della salute e dei diritti delle persone transessuali.

Le nostre esperienze

Marginalità urbana

Periodo di attuazione

2011 – in corso

Ente finanziatore

Fondazione con il Sud.

Obiettivi e attività

Il progetto Altri Luoghi ha 3 obiettivi fondamentali:

  • Promuovere le pari opportunità di accesso alla cittadinanza delle persone transessuali, con particolare attenzione alle situazioni di marginalità e disagio e ai casi in cui vi sono condizioni di fragilità permanente, determinate, ad esempio, dalla presenza di patologie cronica o dalla vecchiaia vissuta in solitudine senza reti sociali e familiari di protezione;
  • Rimuovere e prevenire il diffondersi di atteggiamenti di rifiuto e discriminazione nei confronti delle persone transessuali, al fine di facilitarne i percorsi di inserimento socio-lavorativo e di usufruire di un sistema positivo di relazioni e appartenenza alla comunità;
  • Sviluppare un sistema di monitoraggio, sia qualitativo sia quantitativo, in grado di fornire informazioni sempre aggiornate sul fenomeno del transessualismo, relativamente a bisogni, problematiche e criticità.

Attività:

  • costituzione della cabina di regia, formazione iniziale e produzione del materiale di informazione e sensibilizzazione;
  • attivazione di un Consultorio a bassa soglia per la tutela della salute e dei diritti di cittadinanza delle persone transessuali;
  • attivazione di uno sportello di tutela legale e di informazione sui diritti  in materia  di consumi e rapporti con la pubblica amministrazione;
  • aggancio delle persone transessuali inserite nei circuiti di prostituzione in strada e al chiuso;
  • accoglienza e appartamento protetto;
  • sostegno all’inserimento lavorativo;
  • attivazione di uno sportello socio-sanitario di prossimità, informazione e prevenzione;
  • azioni di informazione e sensibilizzazione per prevenire il diffondersi di atteggiamenti di rifiuto e discriminazione.

Il progetto, inoltre, prevede due porte di accesso, una in Puglia e una in Sicilia, di collegamento e invio al Consultorio napoletano, per facilitare la relazione con l’utenza e per offrire anche in quei territori una primissima offerta di servizi.

Destinatari

Il progetto è rivolto a circa 3.000 persone transessuali, con età compresa tra i 18 e i 70 anni, che costituiscono la comunità transessuale a Napoli città e in tutta l’area metropolitana. Una popolazione fortemente svantaggiata ad alto rischio di esclusione. Le azioni progettuali saranno mirate soprattutto alle persone transessuali non autosufficienti, anziane, malate non supportate da reti familiari o solidali, che si stima siano circa 200. Ma è l’intera comunità ad essere esposta all’esclusione sociale, per la quale l’accesso al lavoro, alla casa, ai diritti sono completamente sbarrati.

Rete

Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Neuroscienze, Federconsumatori Campania, Priscilla Associazione di volontariato, MIT (Movimento Identità Transessuale), Associazione Transessuale Napoli, Cooperativa Sociale “LA COCCINELLA”, Federazione Campana Comunità di Accoglienza O.N.L.U.S. – CNCA Campano, Agedo Palermo Associazione di volontariato, Dipartimento Materno Infantile U.O.C.M.I. DSB 31Asl Napoli 1 Centro.


Share on FacebookEmail this to someonePrint this page
home | Progetti | Archivio progetti | Altri Luoghi