Masarat

Masarat

Percorsi al femminile

Masarat è un progetto nato per migliorare le capacità di presa in carico delle donne migranti, anche di seconda generazione incluse le donne rifugiate vittime di violenza e di pratiche lesive.

Masarat vuole favorire processi di affrancamento dalla violenza e da forme di discriminazione di donne e ragazze migranti e rifugiate attraverso percorsi volti all’autonomia e all’inserimento sociale, supportati da strumenti specifici di presa in carico psicosociale attraverso il dispositivo etnopsichiatrico, al fine di offrire un intervento etno-clinico volto a valorizzare il “capitale narrativo” delle donne straniere. L’autodeterminazione sociale delle destinatarie viene inoltre conseguito attraverso percorsi ad hoc di potenziamento o recupero del loro “capitale culturale”, prevedendo il supporto per il riconoscimento dei titoli di studio conseguiti nel paese d’origine o la professionalizzazione ex novo da ottenere valorizzando le competenze acquisite informalmente. Si conta di promuovere la piena emancipazione sociale oltre che economica delle destinatarie potenziandone il “capitale sociale” e la rete di relazioni non disfunzionali.

 


Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

Scheda progetto

Le nostre esperienze

Accoglienza donne

Periodo di attuazione

2018 – 2020

Finanziatore

Dipartimento per le Pari Opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri

Obiettivi e attività

Masarat vuole favorire processi di affrancamento dalla violenza e da forme di discriminazione di donne e ragazze migranti e rifugiate attraverso percorsi volti all’autonomia e all’inserimento sociale, supportati da strumenti specifici di presa in carico psicosociale attraverso il dispositivo etnopsichiatrico.

In particolare prevede azioni di:

  • ricerca azione;
  • programmi individualizzati di presa in carico psico-sociale;
  • rafforzamento delle competenze delle operatrici sociali;
  • avvio di un servizio pilota di presa in carico etnopsichiatrica ed etnopsicologica;
  • rafforzamento del capitale sociale mediante laboratori multietnici, video narrazioni biografiche, laboratorio di fotografia delle emozioni;
  • percorsi di orientamento al lavoro sostenuti da borse di cittadinanza.
Destinatari

Donne migranti anche di seconda generazione incluse le donne rifugiate vittime di violenza e di pratiche lesive.

Contatti

Tel 081293390

accoglienza@coopdedalus.it


Share on FacebookEmail this to someonePrint this page