Progetto Io

Progetto Io

Accoglienza per le vittime di sfruttamento minori e giovanissime

Aree di intervento

Accoglienza donne, Marginalità urbana

Periodo di attuazione

2009 – 2010

Ente finanziatore

Comune di Napoli.

Obiettivi e attività

Il progetto si è posto come obiettivo generale contrastare e superare le situazioni di prostituzione, coatta e non, che coinvolgono minori, adolescenti e giovanissime immigrate. Nello specifico, l’iniziativa ha mirato a promuovere l’empowerment delle giovani vittime di sfruttamento contruendo le condizioni base per l’avvio di un efficace percorso di inserimento.

Attività:

  • Accoglienza residenziale e programmi individualizzati per donne immigrate vittime di tratta e sfruttamento
  • Realizzazione di percorsi sociali volti all’emancipazione delle migranti
  • Assistenza concreta alle donne, attraverso primi interventi di ordine sanitario, psicologico, giuridico, relazionale
  • Colloqui di informazione ed orientamento
  • Attivazione di percorsi sanitari, psicologici, giuridici e di inserimento socio-lavorativo.
Destinatari

Donne migranti vittime di tratta a fini di sfruttamento sessuale o comunque coinvolte nella prostituzione di strada e/o sommersa.

Partner e rete

Regione Campania, Questura di Napoli e Caserta, Prefettura di Napoli, Squadra mobile di Napoli, Asl Napoli 1 Centro e Napoli 2 Nord, Oim – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, Comitato per i diritti Civili delle Prostitute (Pordenone), Centro Immigrati Campania Fernandes, Mit – Movimento Identità Transessuale (Bologna), Consorzio di Cooperative sociali Gesco, Cooperativa sociale Casba, Cooperativa sociale Eva, Associazione Itaca, Associazione di Volontariato Priscilla, Associazione On the road, Caritas di Napoli.


Share on FacebookEmail this to someonePrint this page