St.o.ri.e.

St.o.ri.e.

STrumenti per Osservare Riconoscere Evitare la violenza contro i minori stranieri

Il progetto St.o.ri.e. intende migliorare governance, assetto e funzionalità dei servizi territoriali di prevenzione e contrasto alla violenza nei confronti dei/delle minori stranieri/e e sostenendo la costruzione di un approccio strutturato della programmazione e gestione dei servizi in termini di acquisizione di competenze degli/delle operatori/trici, dei/delle docenti di modelli organizzativi utilizzati e di costruzione di reti interistituzionali.

Scheda progetto

Aree di intervento

Intercultura e scuola

Periodo di attuazione

2021 – 2022

Obiettivi e attività

Il progetto si pone l’obiettivo di accrescere le competenze e la capacità di intervento degli operatori e delle operatrici dei servizi socio-sanitari, educativi e della giustizia nel prevenire, riconoscere e contrastare le varie forme di violenza che in diversi contesti socio-culturali culminano nel fenomeno dei matrimoni forzati e/o combinati, spesso precoci, che trovano ancora legittimazione culturale e giuridica presso vari popoli anche quando si trovano in contesti di migrazione.

Nello specifico, intende:

  • rinnovare nei servizi che operano con minori stranieri le competenze, fornendo strumenti concettuali ed operativi atti a favorire il riconoscimento tempestivo dei segnali indicativi di queste forme di violenza, in particolare verso quelli più “invisibili” al sistema dei servizi, ed indirizzare correttamente i percorsi di tutela e cura, evitando distorsioni interpretative e interventi impropri;
  • rafforzare la capacità di intervenire in maniera appropriata sia per la diagnosi che per la tutela e cura, sviluppando sinergie tra servizi ed equipe sempre più propense a lavorare in direzione multidisciplinare e interculturale;
  • sviluppare metodi e pratiche innovative integrate e culturalmente sensibili di prevenzione e sensibilizzazione rivolti ai minori di Paesi terzi esposti alle forme di volenza oggetto della proposta, anche tramite l’utilizzo di discipline creative e strumenti ludici multimediali;
  • creare reti per l’attivazione di sinergie con le comunità straniere locali, e, attraverso la metodologia della mediazione linguistico-culturale, rafforzare gli strumenti di intervento a disposizione per favorirne l’apertura al territorio, la contaminazione e la prevenzione dei conflitti.
Destinatari

Destinatari diretti degli interventi sono: operatori dei servizi; indiretti: minori stranieri.

Contatti

Officine Gomitoli
081 293390 int. 301
officinegomitoli@coopdedalus.org