Dentro la crisi

Dentro la crisi

Ricerca su povertá e processi di impoverimento a Napoli con particolare riguardo alla condizione minorile e alla popolazione straniera immigrata.

Aree di intervento

Minori soli

Periodo di attuazione

2010

Ente finanziatore

Commissione di indagine sulla povertà e sull’emarginazione attraverso la Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Obiettivi e attività

La stabilizzazione della presenza degli immigrati in Italia, di cui costituiscono importanti indicatori l’aumento dei ricongiungimenti familiari, la diversificazione delle occupazioni svolte, ha dato luogo a situazioni di migliore inserimento sociale. Al contempo tuttavia si sono accresciuti i rischi di fallimento per gli immigrati non sufficientemente protetti dalle reti sociali e comunitarie o con difficoltà di accesso ai servizi per motivi legati alla normativa o alle carenze dell’offerta locale. Diverse e sempre più numerose sono le componenti dell’immigrazione a rischio di cadere nella marginalità sociale ed economica, soprattutto nelle aree urbane. La crisi economica negli ultimi anni ha colpito tra gli altri anche i lavoratori immigrati.
La Commissione di Indagine sulla Povertà e sull’Emarginazione nel 2010 ha indagato, proprio a partire dalla crisi economica, il coinvolgimento degli immigrati nei percorsi di impoverimento in tre città: Torino, Roma, Napoli, con una attenzione particolare ai minori stranieri non accompagnati.
Il legame tra le condizioni di vita dei minori non accompagnati e la crisi economica in corso è certamente meno diretto e immediato di quanto possa esserlo per gli adulti e per gli stessi minori che vivono in famiglia, questi ultimi spesso costretti a un ritorno forzato in patria dopo aver intrapreso percorsi scolastici, anche di successo, in Italia, come conseguenza del fallimento del progetto migratorio dei genitori. Tuttavia è indubbio che gli stessi minori non accompagnati siano interessati dalla crisi economica e in particolare dalla riduzione della spesa sociale dei comuni che ha messo a repentaglio la continuità anche dei servizi e progetti che assumono come target questa categoria particolarmente vulnerabile. A ciò va aggiunto il cambiamento di atteggiamento delle istituzioni addette al controllo sociale nei confronti degli immigrati. Ovviamente tale rischio diventa ancora più concreto quando si supera la minore età per le difficoltà di inserimento lavorativo, anche queste in parte legate alla crisi.
Dedalus ha approfondito la condizione dei minori stranieri non accompagnati nella città di Napoli, collaborando con la Facoltà di Sociologia, attraverso interviste qualitative e raccolta di dati da fonti diverse.


Share on FacebookEmail this to someonePrint this page
home | Progetti | Archivio progetti | Dentro la crisi